You are currently viewing IL PRO VENEZIA ESPUNGA LA GAZZERA. MA L’ARBITRO CI METTE DEL SUO

IL PRO VENEZIA ESPUNGA LA GAZZERA. MA L’ARBITRO CI METTE DEL SUO

Un tre a zero subito, per giunta in casa, non dovrebbe ammettere repliche. Ma la partita persa dalla nostra Prima squadra contro una bella realtà come il Pro Venezia non può prescindere da alcune decisioni arbitrali sbagliate che hanno inciso e non poco sull’andamento della gara. Specie per quando sono arrivate e su episodi praticamente identici, in una fase in cui l’inerzia non era certamente favorevole agli ospiti. Alla fine restano zero punti in classifica e il rammarico che, con una conduzione di gara più attenta, la partita avrebbe potuto percorrere binari diversi. Ma andiamo con ordine.

I primi due squilli sono di marca Goc: al 6′ Ciucur ben servito in area incrocia il classico diagonale sul secondo palo, ma la sua conclusione è contenuta in angolo. AL 13′ Carraretto scaglia un bel tiro su punizione forte e centrale, che Ziliotto alza ancora in corner. Il Pro Venezia risponde da palla inattiva: Cavarzeran calcia una punizione al 20′ che Grigoletto respinge con qualche difficoltà. Cinque minuti dopo è ancora Cavarzeran a girarsi nello stretto in area e da distanza ravvicinata calciare verso la porta di sinistro, trovando ancora una super risposta di Grigoletto. Al 31′ apertura panoramica di Pordon dalla trequarti sinistra che pesca Ciucur solo sul secondo palo. L’esterno Goc calcia al volo di destro, non il suo piede, senza la giusta precisione. Al 32′ Sammarone ha una ghiottissima occasione: pescato all’altezza del dischetto calcia al volo da ottima posizione, ma spara alto. Dopo una bella chiusura di Angeletti su Gierardini, arriva il primo blackout dell’arbitro. Un lancio dalle retrovie pesca Dri in evidente fuorigioco. Lo stesso attaccante ospite esita a partire palla al piede verso la porta, ma in mancanza del fischio dell’arbitro entra indisturbato in area, salta l’inerme Grigoletto e porta in vantaggio il Pro Venezia. Passano quattro minuti e il direttore di gara replica il clamoroso errore: ancora Dri ben oltre la linea difensiva arriva da solo al limite dell’area. Grigoletto in uscita disperata si scontra con l’attaccante e viene espulso senza esitazione dall’arbitro. Una mazzata ingiusta, visto l’andamento della gara per il Goc, proprio sul finire di tempo. Prima dell’intervallo Ciucur prova dal limite con un sinistro a rientrare, bloccato a terra.

Nella ripresa per quanto il Goc tenti la reazione, il Pro Venezia porta la gara sul suo terreno con un fraseggio agevolato dalla superiorità numerica e un Cavarzeran facilitato nel dettare i tempi dalla libertà di non avere chiusure pronte sulle sue linee di passaggio. Proprio da una sua scodellata arriva il raddoppio, all’11, del solito Dri che tocca di fino l’assist del dieci ospite e supera Marsano, subentrato a Mazzucato dopo l’espulsione di Grigoletto. Al 60′ Sammarone, rimasto unica punta, cerca di riaprirla con un tocco debole, bloccato da Ziliotto. E al 27′ la gara si chiude: l’arbitro considera da rigore un contrasto tra Dimos Vairo e Junek, non nettissimo. Dal dischetto Anniciello fissa il 3 a 0. Due incursioni di Finotto e Penzo vengono neutralizzate dalla difesa del Goc, che nel finale, con Pordon, cerca senza successo il gol della bandiera.

Si chiude con un po’ di amarezza e con la sensazione che questa partita, con una direzione di gara diversa, avrebbe potuto avere altri sviluppi. Ma il campo dice altro. Giriamo pagina e andiamo avanti.
E sempre #forzagoc

Tabellino Goc
Grigoletto (espulso al 44’p.t.), Angeletti, Pordon (85′ Sidi), Scroccaro, Triboli, Scarampi (73′ Novi)), Ciucur, Carraretto, Sammarone, Mazzucato (44 p.t. Marsano), Acquasanta (65′ Vairo). ALLENATORE: Grigoletto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.