JUNIORES, ALTRA SCIVOLATA A CAMPOCROCE

On 2 Febbraio 2020

Sconfitta per 3 a 2 al termine di una gara un po’ nervosa

Non riesce a ripartire la squadra di mister Orazio Pesce, che torna ancora una volta senza punti in cassaforte da una trasferta. A Campocroce una gara dai due volti: sotto di tre gol nel primo tempo, i ragazzi spinti dall’orgoglio hanno rialzato la testa nella ripresa, ma si sono fermati al 3 a 2. Bene la reazione, male alcune polemiche che, nel clima di nervosismo generale creato anche da alcuni falli eccessivi dei padroni di casa, hanno portato all’espulsione a fine gara del nostro portiere, per inutili proteste contro l’arbitro.
La gara, come detto, parte molto male. Mister Pesce, che deve rinunciare ad alcuni elementi importanti per influenza, assiste ad un approccio un po’ molle, con la squadra che mostra poco mordente sia dal punto di vista fisico che mentale. Poca capacità di organizzazione e tanti, troppi, errori di trasmissione a centrocampo. Quando si approccia male e si sbagliano anche i passaggi meno complicati si rischia di capitolare. E il Campocroce ne approfitta mettendo in campo una grinta che spesso va oltre il limite consentito. Tanti i falli commessi e un clima che va mano mano ad innervosirsi.
Il Campocroce, comunque, mette a referto tre reti in venti minuti nel primo tempo. Dal 16′ al 35′ i nostri raccolgono tre palloni nella rete e sembrano in totale balia dell’avversario.
Nella ripresa il, però, il Goc comincia a macinare gioco e al 56′ trova il gol con Scarampi. I padroni di casa continuano con il loro atteggiamento aggressivo, con l’arbitro che sorvola su alcuni episodi provocando proteste negli ospiti. Il Goc continua a spingere e colpisce una traversa con una grande conclusione del bravo Piselli.
Il Campocroce avverte la pressione e prosegue con un gioco duro, ma il Goc non si sottrae alla “battaglia” sportiva.
Con forte spirito di gruppo la squadra si compatta e la reazione porta i ragazzi a sfiorare più volte la seconda marcatura che arriva con Osmanovski, a poco dalla fine. Nonostante il forcing finale il pari non arriva e, al triplice fischio, oltre alla sconfitta si registra anche l’espulsione ingenua del nostro portiere per proteste contro l’arbitro.
La gara termina così sul punteggio di 3 a 2 per il Campocroce, con il rammarico di non aver condotto la gara con lo stesso pigli dall’inizio alla fine.
Sabato ci aspetta un’altra gara difficile, contro la capolista.
Testa bassa e pedalare!

Sempre #forzaGoc


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *