IL BALLO’ REGOLA IL GOC IN UN TEMPO: SCONFITTA INTERNA PER 4 A 2

On 8 Dicembre 2019

Brutta prestazione interna per la prima squadra che fa un passo indietro rispetto alle ultime uscite

Passi indietro in casa Goc. La sconfitta con il Ballò, una di quelle formazioni inferiori, sulla carta, rispetto alle ultime squadre affrontate, fa male anche oltre il risultato. Una squadra irriconoscibile, specie nel primo tempo, inerme rispetto alle scorribande degli ospiti che pure hanno mostrato lacune in fase difensiva nell’arco della gara.
L’approccio dei nostri è da dimenticare. Nemmeno 15 minuti e Marioli porta in avanti il Ballò chiudendo in rete con un preciso rasoterra sinistro un’azione manovrata e insistita. Il Goc pare riprendersi dal torpore e trova subito il pari con il solito Manente. Diaw lancia a scavalcare la disattenta linea difensiva ospite, Manente si fionda in avanti, supera il portiere e appoggia a porta vuota. Neppure l’immediato pareggio sveglia il Goc che in dieci minuti subisce le reti dell’allungo decisivo. Al 24′ Carraro è pescato dalla sinistra sul primo palo, brucia il suo marcatore e impatta col sinistro sulla traversa. Lo stesso Carraro riprende la ribattuta di testa e realizza il vantaggio ospite. Al 33′ Diaw atterra in area uno scatenato Marioli. L’arbitro assegna un rigore netto che Carraro trasforma con un tiro forte e centrale. Al 41′ Pavan, sempre da sinistra, pesca sul lato opposto dell’area Romano che di testa appoggia il 4 a 1. Una vera e propria debacle dalla quale il Goc fa fatica a reagire, anche nella ripresa. Eppure il tempo ci sarebbe visto che al 60′ Manente mette a nudo ancora una volta i limiti difensivi del Ballò, penetrando tra i due centrali e servendo a centro area un pallone che Sammarone spinge in rete a porta vuota. Il resto della gara è ben gestito dal Ballò che si presenta più vole in area alla ricerca del pokerissimo. Grigoletto al 65′ nega a Carraro il tris personale, mentre a pochi minuti dalla fine il neoentrato Memo spara altissimo a porta vuota dal dischetto. Un colpo di testa di Diaw da angolo nel finale è l’ultimo sussulto di una gara nel complesso da dimenticare. Che porta però strascichi pesanti in classifica.

Sempre e comunque #forzaGoc

Goc: Grigoletto, Nigro (al 1 s.t. Regini), Salvalaio, Schiavon (al 1′ s.t. Golfetto), Crescentini, Tomaello, Battagia (al 65′ Cassiani), Diaw, Sammarone, Karouache (al 55′ Novi), Manente (al 75′ Bozzato). All: Montemurro.

Ballò Scaltenigo: Isotti, Celegato (al 65′ Franchin), Tamburini, Giordano Bruno (al 65′ Memo), Gjomemo, Zanon, Casarin (all’80’ Lorenzetti), Romano, Carraro (al 91′ Masiero), Marioli, Pavan. All: Zanon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *