PER I NOSTRI MISTER GIORNATA A SCUOLA DALLA FIORENTINA!

On 9 aprile 2017

TERZO CORSO DI AGGIORNAMENTO “MODELLO FIORENTINA”!

Nella mattinata di ieri allo Stadio “Artemio Franchi” i Mister del GOC hanno preso parte al terzo corso di aggiornamento tecnico “Modello Fiorentina”!

Mattinata di lavoro in aula e grande sorpresa con la visita guidata all’interno dello Stadio, i nostri Allenatori hanno potuto visitare gli spogliatoi, la tribuna vip, l’interno dello stadio e scendere nel terreno di gioco!

Lo Stadio “Artemio Franchi” è stato dichiarato monumento nazionale!

La struttura, situata nel quartiere di Campo di Marte e costruita tra il 1930 e il 1932 nell’area in cui sorgeva il dismesso aerodromo di Campo di Marte, l’opera venne progettata nel 1929 dall’ingegnere Pier Luigi Nervi e dall’ingegnere professore Gioacchino Luigi Mellucci, i quali precedentemente avevano progettato il Teatro Augusteo di Napoli su iniziativa del marchese Luigi Ridolfi da Verrazzano. È un esempio del Razionalismo italiano, ed è ricca di elementi innovativi e avveniristici per l’epoca, come la pensilina priva di sostegni intermedi, le scale elicoidali e la torre di Maratona; l’ingresso principale venne invece progettato da Alessandro Giuntoli. Altro importante elemento è il terreno di gioco, il cui drenaggio è considerato tra i migliori d’Europa. Lo stadio, che può ospitare 43234 spettatori, risulta il più capiente impianto sportivo del capoluogo toscano e il quinto stadio italiano per capienza, sebbene nel corso della sua storia si sia arrivati anche ad una capienza di oltre 70 000 posti; il costo totale della sua realizzazione fu di oltre L. 6 500 000. Dal 1993 lo stadio è intitolato ad Artemio Franchi, tra i più importanti dirigenti sportivi italiani.

Altra giornata entusiasmante per i nostri Mister, che tornano da Firenze con nuove indicazioni da applicare già nei prossimi allenamenti delle squadre del GOC!

 

ALCUNE IMMAGINI DELLA GIORNATA

IMG_0606IMG_0609 IMG_0611IMG_0620IMG_0612IMG_0638 IMG_0630 IMG_0643 IMG_0646 IMG_0644

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *